giovedì 30 agosto 2012

Salada de bacalhau com grão, insalata di baccalà con i ceci

Insalata di baccalà con i ceci

La salada de bacalhau com grão è un classico piatto freddo della cucina portoghese. Ne esistono diverse varianti, gli ingredienti di base immancabili sono ovviamente il baccalà e i ceci, ai quali si possono aggiungere a piacere diversi tipi di verdure, l’insalata fresca, le olive nere e la cipolla cruda o cotta. Questa è la mia versione, puoi servirla come piatto unico, ma anche come antipasto o come secondo.

Lista della spesa (per un antipasto per 2 persone):

  • 200 gr baccalà (250 gr già ammollato)
  • 150 gr di ceci cotti
  • 1 piccola cipolla rossa
  • 1 spicchietto di aglio
  • una decina di pomodorini (o due pomodori)
  • 2 peperoncini dolci
  • 1 cucchiaio prezzemolo tritato (o coriandolo fresco)
  • pepe
  • olio extravergine di oliva
  • limone o aceto per condire
  • sale all’occorrenza

Inizia almeno 24 ore prima perché è necessario ammollare il baccalà per dissalarlo. Cuoci il baccalà per 10 minuti in acqua bollente (non salata) con un filo di olio e un rametto di prezzemolo per profumare.

Taglia la cipolla e l’aglio molto finemente, versa un filo generoso di olio in una padella antiaderente e falli soffriggere a fuoco basso, aggiungendo anche una cucchiaiata di acqua di cottura del baccalà perché appassiscano bene. Taglia i peperoncini a rondelle e uniscili al soffritto, cuoci per qualche minuto.

Scola il baccalà, quando si è raffreddato togli la pelle e le lische e riducilo in scaglie passandolo pezzettino per pezzettino tra le dita, così da togliere tutte le spine.

Taglia i pomodorini a metà e mettili in una ciotola insieme ai ceci. I ceci devono essere tiepidi perché i sapori si amalgamino bene tra loro, quindi, se non lo sono già, scaldali per pochi secondi nel microonde. Aggiungi anche il soffritto di aglio e cipolla con i peperoni, il prezzemolo (o il coriandolo) tritato, il baccalà e condisci a piacere con l’olio extravergine di oliva, il pepe e un goccino di limone o aceto. Mescola bene, assaggia ed eventualmente aggiusta di sale.

Per preservare la pienezza dei suoi aromi, l’insalata deve essere servita tiepida o a temperatura ambiente, e comunque non fredda di frigorifero.

Puoi servirla come ho fatto io, sformandola in un piatto con l’aiuto di un coppapasta, con una fogliolina di insalata verde e una di prezzemolo per guarnire.

Insalata di baccalà con i ceci

13 commenti:

  1. Risposte
    1. Come ben sai, la rubrica delle insalate è interamente dedicata a te!

      Elimina
  2. Ciao Bucci,
    Mas que prato gostoso...
    Tutto bene cara???
    Ma sai che ho conosciuto tante blogger portoghese??? Hanno tutte queste ricette meravigliose....
    Non vedo l'ora di poter ritornare in Portogallo,mi piace moltissimo.
    Ottimo questo baccalà.
    Un abbraccio e buon weekend
    Thais

    RispondiElimina
  3. Un' ottima ricetta, fresca e appetitosa e poi presentata così è bellissima!

    ciao loredana

    RispondiElimina
  4. Mi piace il baccalà e questa ricetta è veramente buona, Complimenti. Ciao.

    RispondiElimina
  5. Questa delizia mi invoglia!! Baccalà e ceci a Livorno è un classico, questa versione la devo provare, buona!

    RispondiElimina
  6. Quando ho partecipato all‘emmetichallenge del paté (il tuo) ho fatto un paté di baccalà ignorando assolutamente che tu fossi una esperta in materia. e allora mi suggeristi un modo fantastico per non dover perdere troppo tempo con l‘ammollo e cioè il surgelamento. Non so che cosa ti leghi al Portogallo. Io ho un anno di erasmus che mi lega alla Spagna per tutta la vita. Ciao. Mari

    RispondiElimina
  7. Quando ho partecipato all‘emmetichallenge del paté (il tuo) ho fatto un paté di baccalà ignorando assolutamente che tu fossi una esperta in materia. e allora mi suggeristi un modo fantastico per non dover perdere troppo tempo con l‘ammollo e cioè il surgelamento. Non so che cosa ti leghi al Portogallo. Io ho un anno di erasmus che mi lega alla Spagna per tutta la vita. Ciao. Mari

    RispondiElimina
  8. Quando ho partecipato all‘emmetichallenge del paté (il tuo) ho fatto un paté di baccalà ignorando assolutamente che tu fossi una esperta in materia. e allora mi suggeristi un modo fantastico per non dover perdere troppo tempo con l‘ammollo e cioè il surgelamento. Non so che cosa ti leghi al Portogallo. Io ho un anno di erasmus che mi lega alla Spagna per tutta la vita. Ciao. Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mari!! Ricordo benissimo il tuo paté di baccalà, ma me lo sono anche andata a riguardare adesso, e rinnovo i miei complimenti perché hai creato un paté davvero speciale! Il trucchetto del congelatore lo uso sempre, è troppo comodo! Anche per fare questa insalatina ho usato il baccalà che avevo congelato qualche tempo prima! Anche nel mio caso ciò che mi lega al Portogallo è un anno di Erasmus, più altri mesi estivi passati là anche negli anni precedenti all'Erasmus, e tutte le visite successive, che credo non si interromperanno mai!!
      Ciao, un bacione!

      Elimina
    2. La stessa cosa per me è la Spagna. Grande Erasmus.
      Per quanto riguarda il baccalà... allora scorte a non finire di baccalà ammollato una volta per tutte ;)
      mi sono unita anch'io ai tuoi sostenitori
      buona giornata
      mari

      Elimina
  9. Scusa. ho cliccato una volta sola lo giuro ;))))

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...