mercoledì 15 agosto 2012

Torta Moto Kawasaki

per il battesimo del piccolo Samuele!

Ho realizzato questa torta per il battesimo di un piccolo centauro, che si può dire sia nato sulle due ruote!

La torta è a base di pan di spagna bagnato con la granatina, con un ripieno di crema chantilly al limone e frutti di bosco, ricoperta di pasta di zucchero. Le decorazioni sono tutte in pasta di zucchero addizionata di cmc, quindi interamente commestibili, compreso il parabrezza che è fatto con la gelatina!

Lista della spesa:

  • pan di spagna (tortiera da 20, con la dose a 4 uova perché venisse più alto)
  • crema chantilly aromatizzata con scorza di limone
  • 150 gr frutti di bosco
  • 50 ml sciroppo granatina + 300 ml acqua per bagnare il pan di spagna
  • 200 gr burro morbido
  • 200 gr zucchero a velo
  • aroma a piacere per la crema di burro (vaniglia, arancia, limone, fiori di arancio…)
  • pasta di zucchero verde acido per la copertura della torta e della base
  • pasta di zucchero verde Kawasaki per la moto
  • pasta di zucchero rossa, gialla, verde, nera, grigia e bianca per le altre decorazioni
  • colla edibile per applicare le decorazioni (cmc + acqua)
  • due fogli di colla di pesce, colorante azzurro e un fil di ferro sottile per il parabrezza
  • anello regolabile in acciaio per montare la torta

Decorazioni

Inizia con anticipo a preparare la moto, la scritta e il cespuglio verticale (ma non quelli sui bordi della torta che devono essere morbidi quando si applicano).

Per fare la moto ho preso ispirazione da alcune foto della moto dei genitori di Samuele, infatti come si può notare i particolari non sono molto precisi… poi anche a livello logico c’è sicuramente qualche cosa che non va… ma io non conosco le moto!!!

Parti dalle ruote, taglia un panetto di pasta di zucchero nera a cilindro usando una formina rotonda, poi disponi i due dischi verdi e grigi per fare i cerchioni. Incidi i copertoni con uno strumento per renderli più realistici.

Adesso puoi fare la struttura della moto, ti consiglio di stendere un panetto di pasta di zucchero verde dell’altezza dello spessore della moto, quindi di ritagliare con un coltellino a mano libera la forma della moto vista lateralmente. Conviene che la struttura sia tutta in un pezzo per essere sicuri che regga. Io ho fatto arrivare la carenatura fino a terra in modo che la moto avesse una larga base di appoggio, ma si poteva anche farla finire poco sopra alle ruote e creare un appoggio aggiuntivo da posizionare al di sotto, magari nero per essere meno visibile. Forma la sella e il sellino, e applicali con la colla edibile. Fai la parte anteriore della carrozzeria, alla quale applicherai i fari e il manubrio con gli specchietti. Aggiungi infine le forcelle e qualche dettaglio laterale per dare l’idea che ci sia un motore utilizzando della pasta di zucchero grigio chiaro mischiata con il nero in modo che si vedano le venature, per dare l’effetto della cromatura. Più dettagli aggiungi più sembrerà realistica, io sono stata un po’ scarsa, ho aggiunto solo i poggiapiedi e il tappino del serbatoio, perché avevo paura di esagerare visto che le proporzioni non erano proprio perfette… era la prima volta e sicuramente si può fare di meglio!! Però sono fierissima del mio parabrezza! Era la prima volta che facevo un esperimento di questo tipo con la gelatina, e non sarà sicuramente l’ultima, è stato molto divertente!

Per il parabrezza: Prendi un fil di ferro sottile e fai la forma del parabrezza (una forma ovale), quindi chiudila arrotolando il fil di ferro su se stesso. Ammolla un paio di fogli di colla di pesce in acqua fredda, strizzali e mettili in un pentolino sul fuoco bassissimo, aggiungi una goccia di colorante azzurro e lascia sciogliere bene. Lasciando il pentolino sempre sul fuoco molto basso, immergi il fil di ferro completamente dalla parte dell’”occhiello”, in modo che sia coperto sia sopra che sotto, sollevalo con delicatezza e controlla che la gelatina sia rimasta attaccata. È lo stesso procedimento che si usa per fare le bolle di sapone! Adesso puoi mettere ad asciugare la forma infilando il fil di ferro in un pezzo di polistirolo, per esempio. La gelatina ovviamente è molto di più di ciò che serve per questo proposito, però non si riesce ad utilizzarne di meno perché altrimenti il livello nel pentolino sarebbe troppo basso e non si riuscirebbe ad immergere il fil di ferro. Quindi puoi approfittarne per creare altre forme, come foglie o petali, con la gelatina restante.

Una volta che la gelatina sarà asciutta e ritornata dura, puoi staccarla dal fil di ferro, sbucciandola con delicatezza.

Applica il parabrezza sul lato frontale della moto, con una punta di colla edibile.

Torta

Prepara il pan di spagna e la crema chantilly, quando sono freddi inizia a montare la torta.

Prepara la bagna: unisci granatina e acqua e mescola. 

Taglia in quattro strati il pan di spagna. Dopo aver disposto il primo strato del pan di spagna sul disco precedentemente ricoperto con la pdz verde acido, posiziona un anello regolabile in acciaio intorno al pan di spagna e chiudilo della giusta misura. Distribuisci la bagna con l’aiuto di un pennello e farcisci il primo strato di pan di spagna con la crema chantilly e i frutti di bosco ben lavati, asciugati, e tagliati a pezzetti. Ripeti lo stesso procedimento con i successivi strati, bagna, crema, frutti di bosco e così via. Termina con l’ultimo strato di pds e bagna anche quello. Metti in frigorifero coperta e con un peso sopra per qualche ora a compattare, meglio tutta la notte.

Crema di burro

In un mixer monta il burro morbido e lo zucchero a velo, aromatizzati con qualche goccia di aroma, fino ad ottenere un composto liscio e bianco. Riempi una sac à poche con una bocchetta abbastanza piccola e ricopri con questa crema la torta interamente, senza lasciare nemmeno uno spicchio di pan di spagna scoperto. Con la spatola spiana tutta la superficie della torta, togliendo la crema di burro in eccesso, ma senza scavare troppo a fondo per non rimuovere parti di pan di spagna o crema. Una volta che la superficie è liscia e uniforme metti in frigorifero la torta a rapprendere. Quando la crema di burro diventa solida, aggiusta ulteriormente le imperfezioni e liscia bene.

Decorazione

Stendi la pdz verde acido e ricopri la torta. Liscia per rimuovere tutte le pieghe e le imperfezioni.

Stendi la pdz grigia e tagliala con due cerchi, uno più grande e uno più piccolo, per ottenere una striscia curva. Disponila sulla torta. Decora con le strisce bianche.

Stendi la pdz verde scuro e taglia i cespugli aiutandoti con delle formine rotonde di diverse misure, quindi posizionali lungo il bordo della torta.

Disponi la scritta e il cespuglio verticale, fissando sempre tutto con la colla edibile.

Visto che la torta doveva essere trasportata, io per sicurezza non ho messo subito la moto, in questi casi infatti è meglio appoggiarla all’ultimo per non rischiare cedimenti che potrebbero rovinare tutto il lavoro fatto!!

Torta moto Kawasaki

2 commenti:

  1. Allora ti sei data alle torte decorate.....Bravissima! E' bellissima anche questa. Ma sei tu che hai questa fantasia incredibile, oppure t'ispiri a qualcosa o qualcuno?
    Brava, brava, brava.
    Bacetti, Veronica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, sono entrata in questo mondo per caso, ma mi ha coinvolto così tanto e mi diverte così tanto che ora difficilmente lo lascerò! Io appena so quale sarà il tema della torta inizio ad immaginarmela in testa, poi provo a cercare spunti tra le immagini di internet. Spesso mischio particolari di diverse torte che mi hanno attratta, mentre per quanto riguarda i soggetti prendo spunto da qualunque cosa, pupazzetti, statuine, immagini....
      Grazie mille, cara Veronica!!
      Un bacione!!!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...