sabato 13 ottobre 2012

Il pane dolce dello Shabbat ripieno di mela e uvetta

Pane dolce dello Shabbat

Finalmente ho sentito quel profumo di cui parlava Eleonora, trovo che il profumo di pane sia sempre confortante, ma in questo caso il profumo del pane dolce dello Shabbat era carico di storia, di cultura e tradizioni che non mi appartengono, ma che grazie alla magia della cucina mi hanno accompagnato per tutto il tempo della preparazione. Anche per questo motivo ho deciso di prepararlo così come lo ricorda Eleonora, con l’uvetta e la mela, perché volevo potermi avvicinare il più possibile a quel rito, a quei sapori, a quelle memorie dei giorni della festa. E ancora per questo motivo ho voluto prepararlo di venerdì, per poi consumarlo a colazione il sabato mattina. E il caso vuole che ieri fosse anche il mio compleanno, e non potevo regalarmi niente di meglio che preparare questo pane per festeggiare.

Questa volta però non ho intenzione di fermarmi ad una ricetta, ma non potevo non realizzare la ricetta della tradizione prima di sperimentare versioni diverse.

La ricetta è quella di Eleonora, le regole della sfida come sempre su Menu Turistico.

Lista della spesa (per due trecce ripiene):

  • 500 gr farina 0
  • 2 uova medie (circa 60-62 gr con il guscio)
  • 100 gr zucchero
  • 20 gr lievito di birra
  • 125 ml acqua tiepida
  • 125 ml olio extra vergine d'oliva
  • 10 gr sale
  • 100 gr uva passa
  • 1 mela
  • un tuorlo d'uovo
  • un cucchiaio di acqua
  • semi di papavero e di lino

Pane dolce dello Shabbat

Per l’esecuzione rimando alla ricetta di Eleonora, che ho seguito esattamente, con la sola differenza che oltre all’uva passa, ho aggiunto anche una mela al ripieno, semplicemente tagliata a dadini piccoli.

Mentre impastavo mi rendevo conto che il composto era troppo morbido e non accennava a staccarsi dalla ciotola, perciò ho aggiunto altra farina, pochissima alla volta, finché non ho visto che l’impasto assumeva una forza maggiore. Imputo questo problema alla farina che ho scelto, probabilmente, era una farina 0 molto debole, ma non ne sono sicura. L’impasto non si è mai staccato dalla ciotola perfettamente, allora ho pensato che fosse meglio dargli delle piegature per conferire maggior struttura all’impasto, in particolare ho realizzato delle pieghe serrate come descritto da Adriano. Man mano l’impasto ha preso forza e l’ho messo a lievitare.

Invece di fare una treccia a tre, ho eseguito una treccia a sei. Segue un filmato tutorial per realizzarla, solo per voi l’esordio in video della Cucina di Bucci:

Ecco la treccia dopo la seconda lievitatura:

Pane dolce dello Shabbat

Ed ecco la mia colazione di questa mattina:

Pane dolce dello Shabbat

Con questa ricetta partecipo all’MTC di Ottobre di Menu Turistico e Burro e Miele:

37 commenti:

  1. Parto dal buon compleanno, perchè finirà che mi dimenticherò gli auguri, presa come sono dall'entusiasmo per questo post. Tant'è che ieri sera, appena è arrivato il tuo link, ho spento tutto e ho rimandato a stamattina, quando sarei stata più "fresca" per godermelo al meglio. E non mi sbagliavo... un sacco di cose, davvero: dalla scelta di partire dall'originale per poi sperimentare, che è sempre la più impegnativa, ma che rivela un approccio "serio" alla cucina che non si può non lodare; alla tecnica di lavorazione, fino all'esordio della cucina in TV, con una treccia a sei, che è come dire che il primo tuffo, per gli altri è a soldatino, per te è un triplo carpiato con rotazione :-) dovrei esserci abituata, ormai, ma mi sorprendi ogni volta. E non oso pensare alle prossime tue versioni ;-)
    Grazie ancora e buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie degli auguri e dei complimenti, Ale!! Hai visto che sono andata anche in "TV"?! Hahaha
      Un abbraccio, buona domenica anche a te!!

      Elimina
  2. E siccome l'ho già fatto, lo posterò, ma mi state umiliando con queste vostre meravigliose versioni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E non vediamo l'ora di vederlo! Perché nonostante le difficoltà che hai con le tue farine riesci sempre a fare delle meraviglie!

      Elimina
  3. E' stupendo, e grazie per il tutorial!!!

    E ovviamente buon compleanno in ritardo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieee!!! Che carina! Spero che il tutorial possa essere utile!
      Un bacione

      Elimina
  4. Auguri in ritardo anche da me ^_^
    E devo provare la treccia a sei!!! Già per fare quella a quattro mi sono dovuta impegnare!!!

    complimenti, brava ed elegante, come sempre!!

    ciao loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Loredana!
      Grazie per gli auguri! E io devo provare il tuo canestro... bellissimo!
      Un bacio grande e buona domenica

      Elimina
  5. buon compleanno, prima di tutto! e complimenti per questa treccia a sei capi che ammiro incondizionatamente!
    ha ragione ale, lo sperimentare nel solco della tradizione è proprio lo spirito di questo MTC. stai attenta che si può ri-vincere, eh ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!!
      Hehehe no, no, vincere no, non scherzare!
      Un bacio!

      Elimina
  6. Buon compleanno!
    la tua treccia è davvero divina!! Noi dobbiamo ancora sperimentarla.. e non vediamo l'ora di sentire il delicato profumo di questo pane dolce a assaporare la sua bontà!!
    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!! Sentirete che profumo...... Lo sento ancora adesso quando rientro in casa, dopo due giorni! Baci, a presto con la vostra ricetta!

      Elimina
  7. Che bello il video, è tutto chiarissimo!Grazie!
    E belle anche le piastrelle della tua cucina, adoro il rosso, e ora capisco lo sfondo del tuo blog!
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Stefania! Sì, per il blog ho scelto i colori della mia cucina, volevo che la rappresentasse! E adoro il mio mosaichino rosso!
      Bacio!

      Elimina
  8. che bella lievitazione, quando ne farò un'altra spero lieviti allo stesso modo.

    RispondiElimina
  9. Ok io ho avuto difficoltà con una treccia normale e tu Bucci te ne esci con sto popò di roba!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahaha!! La tua treccia "normale" era strepitosa!! Lievitata benissimo, morbida, perfetta!

      Elimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Anche il video tutorial!!! Io ho imparato a fare le trecce da piccola grazie a mia nonna. Sai come? Aiutandola a intrecciare le cipolle! :P
    Comunque, l'intreccio a sei mi ha sempre un pochino spaventato...ora ci voglio provare! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello intrecciare le cipolle!! Anch'io ho imparato da piccola, ma intrecciando i lunghissimi capelli di mia mamma, era il mio passatempo preferito! Provaci, basta capire il metodo e poi diventa semplice!

      Elimina
  12. Ho visto la foto del tuo capolavoro sul blog MTC e non potevo non passare personalmente a farti i complimenti, dalla foto sembra anche super morbidoso!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!! Sì, in effetti era molto soffice!!

      Elimina
  13. Cara Bucci.
    Tanti auguri!!! Parabéns pra voce...
    Questo pane é uno spettacolo..
    Prendo appunti ! Lo voglio proprio farlo.
    Poi ti faccio sapere
    Un abbraccio.
    Thais

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Obrigada Thais!
      Poi allora fammi sapere!!
      Um abraço

      Elimina
  14. Augurissimi di buon compleanno innanzi tutto, cara Bucci. E poi... e poi sono rimasta senza parole per la tua bravura, per il filmato accompagnato da quella deliziosa musica, per la tua meravigliosa treccia a 6 capi, per l'alveolatura perfetta dell'impasto... mi viene voglia di impastare di nuovo, ecco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mapi, di tutto!!!! Anch'io ho voglia di impastare ancora!!!

      Elimina
  15. Aaaaahhhhh!!!...adesso ho capito tutto!! Siamo due Bilancine, ecco perche'!! Tanti carissimi auguri, dolcissima Bucci e grazie, mille volte grazie per il tutorial!! Avevo dato un'occhiata anch'io al post di Adriano, ma dalle foto proprio non mi ci raccapezzavo. Con questo non voglio dire che ci provero', sia chiaro...non sono matta fino a questo punto!!;-))) Complimenti ancora, alla prossima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco! Allora adesso capisco anch'io!! Anche tu bilancia! E che giorno sei nata? Grazie mille degli auguri, sono contenta che ti abbia fatto piacere il mio tutorial!
      Un bacio grande, a presto!!

      Elimina
  16. Prima di tutto, auguri, anche se con imperdonabile ritardo. Secondo, il ringraziamento, di aver voluto fare la ricetta tale e quale a come vive nei miei ricordi, non sai come lo apprezzo, infinitamente! Poi...l'intreccio a 6...con video! no, insomma...non ti pare troppo??? :-)) Brava! Brava! Brava!
    Per finire, sei stata così brava che potresti anche fermarti li, no? Che vuol dire che ne farai altre?
    :-))
    ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Eleonora, grazie mille per gli auguri!!!
      Era importante per me sentire quel sapore e quel profumo che ti è familiare, prima di sperimentare altre versioni, e sono felice di averlo fatto, perché credo non ci sia versione migliore dell'originale.
      Fermarmi? No! E' troppo buono questo pane, ne ho già fatti altri due, mi sa che inizio ad abituarmi ad avere questo ottimo pane da gustarmi il sabato!
      Grazie!!
      Un abbraccio

      Elimina
  17. Bellissimo il tuo pane Bucci! ti ho conosciuta ai tempi dell'MTC sul paté ed ora passo e vedo che sei incredibile anche sui lievitati e intrecci complicati! Bravissima!!
    A presto
    Francy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francy!! Che carina!
      Un bacio!

      Elimina
  18. Bellissimo il tuo pane Bucci! ti ho conosciuta ai tempi dell'MTC sul paté ed ora passo e vedo che sei incredibile anche sui lievitati e intrecci complicati! Bravissima!!
    A presto
    Francy

    RispondiElimina
  19. Grazie per il tutorial, mi sarà utile per il prossimo pane dolce!

    RispondiElimina
  20. Grazie per il tutorial chiarissimo...molto utile! Un abbraccio cri

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...