venerdì 21 ottobre 2011

Filetto di maiale agrodolce con purè di cavolfiore verde

Filetto di maiale agrodolce con purè di cavolfiore verde
Lista della spesa per 4 persone:
  • un filetto di maiale da 600 gr
  • mezzo bicchierino di olio extra vergine di oliva
    1. mezzo bicchierino di aceto balsamico
    2. un cucchiaio di sciroppo d’acero (se non hai lo sciroppo d’acero sostituiscilo con il miele)
    3. 2 spicchi d’aglio
    4. sale
    Per il purè di cavolfiore verde:
    • un cavolfiore verde
    • due patate medie
    • 1/2 litro circa di latte
    • noce moscata
    • sale
    • grana grattugiato q.b. (un bel pugno almeno)
    • una noce di burro
     
    Marinatura
    Visto che questo piatto prevede la marinatura della carne, se lo vuoi preparare per pranzo inizia la sera prima, se è per cena inizia la mattina. Emulsiona l’olio EVO insieme all’aceto e allo sciroppo d’acero. Taglia gli spicchi d’aglio a metà e stecca il filetto (fai dei taglietti nella carne dove infilare l’aglio). Se non vuoi sentire il sapore deciso dell’aglio pratica comunque dei tagli nella carne che aiuteranno ad insaporirla e immergi semplicemente gli spicchi d’aglio nella marinatura. Sala il filetto su tutti i lati e riponilo in una terrina non troppo ampia, così che la marinatura non si disperda troppo e lo copra bene (io l’ho messo nello stampo da plumcake che lo conteneva alla perfezione). Copri con la pellicola e lascialo marinare in frigorifero per almeno 8 ore.
     
    Fai il purè di cavolfiore verde seguendo la mia ricetta.
     
    Filetto di maiale agrodolce:
    Accendi il forno ventilato a 190°. Trascorso il tempo della marinatura, scola la carne dal liquido e mettilo da parte. Poni il filetto in una teglia (io ho utilizzato la stessa della marinatura, lo stampo del plumcake) e ricoprila con un filo d’olio. Inforna per 20-30 minuti. Ti consiglio di controllare la carne dopo 20 minuti e bucarla con una forchetta, se esce ancora sangue falla cuocere ancora, altrimenti è già pronta. È importante infatti che non cuocia troppo e resti rosata all’interno perché sia tenera e non stopposa.
    Mentre il filetto cuoce in forno prepara il sughetto con il liquido della marinatura che avevi messo da parte. Versalo in un padellino e mettilo sul fuoco molto basso. Fallo bollire e mescola fino a quando non si sarà ridotto diventando cremoso.
    Quando la cottura del filetto è ultimata metti i piatti vuoti a riscaldare nel microonde, intanto taglia la carne su un tagliere a fette di un centimetro, un centimetro e mezzo. Per tagliarla tienila ferma con una forchetta appoggiata con i rebbi all’insù (non bucare la carne con la forchetta per non far fuoriuscire i liquidi) e affonda la lama di un coltello ben affilato obliquamente.
     
    Servi sui piatti caldi circa tre fette di filetto a persona, irroralo con il sughetto agrodolce e da parte metti il purè di cavolfiore verde.

    0 commenti:

    Posta un commento

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...