mercoledì 11 gennaio 2012

Crema di sedano rapa con crostini di pane al nero di seppia

Black and white, total chic!
Crema di sedano rapa con crostini di pane al nero di seppia
Il contest a colori di Valentina e Cinzia mi fa impazzire! Sono giorni che penso in bianco e nero ed è stato interessantissimo perché nella mia testa nascevano accostamenti davvero inconsueti! Questa ricetta nasce grazie a due mie scoperte recenti: il sedano rapa e il latte crudo. Non avevo mai mangiato il sedano rapa fino ad un paio di settimane fa, quando l’ho visto per l’ennesima volta su quel banco del supermercato, e finalmente ho deciso di comprarlo. L’ho fatto a fette e l’ho impanato e mangiato fritto e mi ha davvero stupito, mi è piaciuto molto. Così ho pensato subito a lui come ingrediente bianco. E poi il latte, bianco per antonomasia, che adoro da sempre ma solo da poco ho conosciuto nel suo sapore più autentico, appena munto (grande invenzione i distributori di latte crudo!).
Che io abbia una passione per le varie vellutate e creme di verdure che scaldano i miei inverni è ormai risaputo, che servite con crostini di pane siano perfette non è una novità, ma questa volta il pane si è vestito di nero di seppia, per completare questo piatto in bianco e nero.
Lista della spesa per la crema di sedano rapa:
  • 1 sedano rapa
  • patate a pasta bianca (la metà del peso del sedano rapa)
  • 1 limone
  • 1 porro
  • latte crudo
  • acqua
  • sale
  • pepe bianco
Lista della spesa per il pane al nero di seppia:
  • 500 g di farina Manitoba
  • 350 g di latte
  • 1 bustina di lievito di birra disidratato
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • 1 cucchiaino di sale
  • 12 gr nero di seppia (3 bustine)
  • sale nero, semi di papavero o altri semi a piacere
Prepara il pane in cassetta al nero di seppia:
Miscela la farina e il sale. Aggiungi lo zucchero e il lievito e mescola bene. Aggiungi il latte e il nero di seppia poco alla volta, continuando ad impastare fino ad ottenere un composto morbido ed omogeneo. Dividi l'impasto in due panetti, se li senti ancora appiccicosi infarina leggermente il banco e lavorali incorporando la farina che hai steso sul piano di lavoro. Mettili in due ciotole e lasciali lievitare in un luogo tiepido coperti da un panno inumidito per mezz'ora.
Trasferisci ora i panetti in due stampi da plumcake imburrati e infarinati, coprili con il panno e lasciali lievitare per un’altra mezz’ora.
Prima di infornare cospargi la superficie del pane con i semi o il sale che hai scelto. Io ho ricoperto un panetto con il fleur de sel e l’altro con i semi di papavero. Cuoci in forno caldo a 180° per 35 minuti. Rimuovi dagli stampi e lascia raffreddare le due pagnotte su una gratella.
Pane in cassetta al nero di seppia
Prepara la crema di sedano rapa:
Prepara una ciotola con acqua fredda acidulata con succo di limone. Sbuccia il sedano rapa e man mano bagnalo con l’acqua acidulata per non farlo annerire. Taglialo a pezzetti e immergili nell’acqua e limone. Sbuccia le patate e tagliale a pezzi grandi come i pezzi di sedano rapa e immergili nella stessa acqua acidulata. Affetta la sola parte bianca del porro.
Versa le verdure scolate in una pentola e aggiungi il latte e l’acqua fino a ricoprire appena le verdure (più latte che acqua). Sala e porta a bollore. Quindi abbassa il fuoco, copri e cuoci per una mezz’ora circa, o comunque fino a che le patate e il sedano rapa non saranno cotti e teneri. Frulla il tutto con un frullatore ad immersione. Se la crema ti sembra troppo densa aggiungi dell’acqua a piacere. Aggiusta di sale, se necessario e completa con una grattugiata di pepe bianco.
Completa il piatto:
Affetta il pane al nero di seppia e fallo tostare. Taglialo quindi a dadini. Versa la crema di sedano rapa in ciotole o piatti fondi, e completa con i crostini di pane nero.
Con questa ricetta partecipo al contest di Valentina e Cinzia:

4 commenti:

  1. Ah,ma questo post è una celebrazione black and white!! starei a commentare ogni frase che hai scritto, ma mi milito ad annuire col capo ;)
    Ho scoperto di recente il sedano rapa, pure io e...siccome mi andava di provare, ho fatto una purea con il latte e...beh, sembrava un dessert più che un contorno. Ma veniamo alle cose importanti e cioè al tuo pane al nero di seppia: mai visto in vita mia!! Questo è il nocciolo del contest, stupire, andare oltre gli schemi e tu e le nostre amiche ci state riuscendo alla grande! Grazie per questa ricetta,a prestissimo, Vale

    RispondiElimina
  2. ha detto ben Valentina, andare oltre i limiti, è quello che cerchiamo con questo contest e devo dire che la tua proposta è mooolto avanti:)
    il sedano rapa è imperdibile, è stato una sorpresa anche per me, ma ora che vedo il pane al nero di seppia, non sto più nella pelle.. BRAVA!

    RispondiElimina
  3. Grazie dei complimenti! E' solo grazie al vostro contest se ho sperimentato cose nuove! Vi assicuro che il pane al nero di seppia oltre ad essere bello da vedere è anche ottimo da mangiare! Non ho fatto altro che seguire la ricetta per un pane in cassetta (la ricetta della confezione della farina, tra l'altro) e aggiungere all'impasto il nero di seppia. E' semplicissimo e anche veloce da preparare!

    RispondiElimina
  4. Che favola, quel pane è molto molto elegante! Un abbinamento molto indovinato! Baci Ely

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...